rapida.typepad.com > Non ti muovere


Foto, quadri,
e disegni.

Ognuno legge quel che desidera

Ognuno legge quel che desidera

Una foto di Pavel Kaplun


One_night_in_hotel

One_night_in_hotel


Osso di pollo, foto personale

Osso di pollo, foto personale

Maschio o femmina, non ha importanza.


Pari

Pari

Una foto di Tiziano Magni


Paris

Paris

Ho scelto di vivere qui. Dove morire ancora non ho scelto.


Passiva

Passiva

Una foto di Blaszeczyk


Piscina

Piscina

Qui nuoto, qui cerco di annegare le mie perplessità.


Place d'Italie, 1931

Place d'Italie, 1931

Brassai

(1899 - 1984)
"When you meet the man you see at once that he is equipped with no ordinary eyes," comments writer Henry Miller on French photographer Brassai. And the sharpness of vision and depth of insight noted by Miller are revealed in Brassai’s lifelong photographic exploration of Paris—its people, places, and things.


Porgere

Porgere

Una foto di Meiko Janke


Presa

Presa

Una foto di Bill Durgin


Primi incontri

Primi incontri

Primi incontri

Dei nostri incontri ogni momento noi
festeggiavamo come epifania,
soli nell'universo tutto. Tu
piú ardita e lieve di un battito d'ala
su per la scala, come un capogiro
volavi sulla soglia, conducendomi
tra l'umido lillà, dentro il tuo regno
che sta dall'altra parte dello specchio.

Quando scesa la notte, a me la grazia
fu elargita, le porte dell'altare
si aprirono, nel buio prese luce
e lenta si chinò la tua nudità.
.

Sulla terra tutto fu trasfigurato,
anche le cose semplici - il catino,
la brocca - e tra noi di sentinella
stava l'acqua dura e stratiforme.

Chissà dove fummo sospinti,
dinanzi a noi s'aprivano miraggi
di città costruite per prodigio,
solo la menta si stendeva sotto i piedi
gli uccelli erano compagni di viaggio
i pesci balzavano dal fiume
il cielo si dispiegava ai nostri occhi.

Quando il destino seguiva i nostri passi
come un pazzo con il rasoio in mano.

(una poesia di Arsenij Tarkovskij, una foto di Jarek Kubicki)


Profondo

Profondo

Una foto di Piotr Kowalik.


Profumo

Profumo

Non sempre la pelle sa solo di te.

(non trovo più il nome del fotografo, ma non appena lo trovo lo scrivo, sorry)


Quando torno cerco anche il nome del fotografo

Quando torno cerco anche il nome del fotografo

l'ho perduto, mi dispiace.


Quasi viva

Quasi viva

Una foto di un manichino donna che a qualcosa starà pur pensando.
Uno scatto di Bora Benic.


Quello che vedo dalla terrazza del conservatorio municipale

Quello che vedo dalla terrazza del conservatorio municipale

Martedì e giovedì, con ogni tempo.


Riflessa

Riflessa


Sanchen

Sanchen


Saracinesca

Saracinesca


Sconsolata

Sconsolata

Una foto di Deborah Paauwe


Sdraiata

Sdraiata

Certi sonni non vanno disturbati.

Una foto di Eric Bergjohansen


Sfuggente

Sfuggente

Il mistero in un essere umano è l'essere umano senza cercare di spiegarlo.

Una foto di Alex Lee.


Sigaro qui, sigaro là

Sigaro qui, sigaro là

L'importanza è non prendersi mai troppo sul serio.
Una foto di Sylvie Blum


Signora che curiosa in una grande O

Signora che curiosa in una grande O

Una foto di Jean Claud Maillard


Signora che sbuccia un'arancia

Signora che sbuccia un'arancia

Di Deborah Paauwe, la foto.


Stella

Stella

Questa foto l'ha fatta Snjezana Josipovic.


Striptease

Striptease

Foto di Frank Horvat.
anni 1956 - 1962

"En 1956 Black Star, une agence photographique de New York, me commandita un reportage sur "Paris la Nuit", pour un petit magazine masculin des États Unis: ce n'était pas une commande bien prestigieuse, mais je ne pouvais me permettre de la refuser. Mon principal problème était que les grands night-clubs ne m'autorisaient pas à photographier derrière les coulisses. Je fus donc obligé de me contenter du "Sphynx", un cabaret de deuxième ordre situé rue Pigalle, dont le portier empocha mon pourboire et me fit entrer dans les loges. Au début, les filles ne se montrèrent pas réticentes, peut-être parce que le public, ce soir-là, était si morne, que le seul fait que quelqu'un s'intéressât à elles leur faisait plaisir."

[...]


T. Rino

T. Rino

Asciugare, stesi.


Tenda rossa

Tenda rossa


Tentacolare

Tentacolare

Una foto di Elisa Lazo de Valdez


Tina

Tina

Questo disegno mi fa sorridere.
L'ho fatto quindici anni fa, pensando ad un'amica importante che mi ha insegnato a stupirmi col sonoro.
Anche adesso dico "oh!" ad alta voce.


Toto Rino

Toto Rino

Chi nasce al mare porta sempre un po' più di sale negli occhi.


Toto Rino, la bouche

Toto Rino, la bouche

Non c'è niente di particolarmente bello, di particolarmente esplicito.
C'è la sua bocca schiusa e il suo modo di tenere la testa.


Tre

Tre


Trouville

Trouville

Mattina presto. Vista dalla camera dell'hotel Flaubert.
I gabbiani, purtroppo, non si sentono.
(foto di Effe)


Ugualmente

Ugualmente

Una foto di Deborah Paauwe

[...]

Passai poco piú oltre, e udii un pavone dire:
Colui che fece l'erba e fece i vermi e fece le mie gaie penne,
E' un immenso pavone, e agita tutta la notte
La Sua languida coda sopra di noi, accesa da miriadi di faville.


[...]

William Butler Yeats, l'Indiano parla di Dio.


Un giovedì

Un giovedì

ho scritto così.


Una foto di  Ian MacEachern

Una foto di Ian MacEachern

Il bello di questa foto trovo sia il fatto che chissà perché ci si sarebbe aspettato che il signore con il doppio mento rivolgesse la sua attenzione alla nave e non altrove.
Ma forse altrove c'è qualcosa di più grande da guardare.
La signora, invece, dovrebbe spazzolare l'esito dei bigodini.
Ma rimarranno per sempre così, almeno dentro a questa immagine.


Una foto di Akif Hakan Celebi

Una foto di Akif Hakan Celebi

Si direbbe un autoscatto, in un bagno. Per attrarsi, col senso dell'estetica.
Bisogna avere stoffa per non nuocersi.


Una foto di Boris Savelev

Una foto di Boris Savelev


Una foto di J. Scott

Una foto di J. Scott

In questo scatto c'è tutto: il voyerismo, l'imperativo e l'imperante, la decadenza, l'attesa, la pornografia, il cinismo, la luce, la malattia.
La salvezza, forse.


Una foto di Katia Kausheva

Una foto di Katia Kausheva

Capovolto con grazia.


Una foto di Larry Boswell

Una foto di Larry Boswell

Mi piacciono gli uomini quando si fanno la barba.
E l'odore di menta che lascia nel bagno la schiuma.


Una foto di Maciej Zielinski

Una foto di Maciej Zielinski


Una foto di Matt Stuart

Una foto di Matt Stuart


Una foto di Michael Ging

Una foto di Michael Ging


Il sorriso di Madre Teresa di Calcutta, in questo scatto del 1989, è la cosa più vicina alla pace che io abbia mai sentito in una foto.


Una foto di Trent Parke

Una foto di Trent Parke

La città coi sandali bagnati, con i salti da marciapiede a marciapiede, con le tettoie, le grondaie, gli ombrelli negli occhi, le ciglia bagnate.
Che ore sono? Che tempo fa?

Il nostro. Ora, puoi solo piangere dal cielo.


Una foto di Vladimir Labaj

Una foto di Vladimir Labaj

Se io appoggiassi il mio corpo alla parete della doccia e tu la tua mano sul vetro che ci separa cosa sentiremmo? Nient'altro che tu la tua mano ed io la mia acqua.
Ma nelle nostre teste si sentirebbe l'umido di un bacio mai dato.


Uno piccolo, uno grande

Uno piccolo, uno grande

Una foto di Tim Walker


Uno sguardo è un progetto

Uno sguardo è un progetto

Una foto di Lisica Lachudra


« | »